La crostata del buon mattino

Cosa c’è di meglio di una colazione con una crostata fatta in casa?
Se mi avessero fatto questa domanda un anno e mezzo fa (prima di scoprire l’intolleranza al frumento), forse avrei risposto con il nome del bar dove facevo colazione quando andavo all’università. Le brioches erano buonissime: dal cornetto alla crema di nocciole, alla sfogliata di crema pasticcera e fragole.
Se mi fate questa domanda oggi, rispondo: “niente”. E non perché le brioches non le posso più mangiare, ma perché sono convinta che fare una colazione sana e buona sia il modo migliore per cominciare la giornata. Mentre addento i biscotti che preparo, mentre inzuppo le torte e taglio le crostate sfornate la sera precedente, penso che sto mangiando qualcosa di molto buono che ho fatto da sola, con le mie mani. In sostanza mi sento soddisfatta. E non perché ho mangiato zuccheri e carboidrati a dismisura, ma perché quello che cucino io mi piace e mi fa iniziare bene la giornata. Semplicemente.

Ecco la mia ultima crostata, con la quale domani inizierò la mia giornata. Mi piacerebbe potervela offrire: magari non mi direste che è meglio di una brioches del bar, ma forse vi piacerebbe. E a me basterebbe per esserne felice.


Crostata di farro con copertura all’arancia (ricetta per La prova del farro)

Ingredienti (per uno stampo di ceramica di 22cm)

Per la base di pasta frolla
215 gr di farina bianca di farro
45 gr di farina integrale di farro Prometeo
120 gr di zucchero di canna
35 gr di olio extra-vergine d’oliva
35 gr di olio di semi
75 gr di acqua
4 gr di scorza d’arancia essiccata e tritata
un pizzico di sale
(la ricetta prevedeva anche 8 gr di lievito ma io ho fatto senza per renderla più croccante. Se vi piace che la pasta resti più morbida, aggiungetelo)

Per la copertura
250 gr di formaggio cremoso spalmabile
50 cl di succo d’arancia
20 gr di zucchero a velo

Cioccolato fondente per guarnire

Attenzione! Questa ricetta contiene glutine, ma può essere adatta a intolleranti al frumento. Se siete celiaci, sostituite la farina di farro con la farina senza glutine e controllate che tutti gli ingredienti a rischio siano riportati nel prontuario dell’AIC o che abbiano il marchio con la spiga barrata.

Procedimento
Mescolare le due farine, lo zucchero, la scorza d’arancia e il sale (se decidete di mettere il lievito, mettetelo ora). Aggiungete olio a filo, continuando a mescolare e infine aggiungete l’acqua. Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo. Stendete la pasta con il mattarello e adagetelo nella teglia. Cercate di formare i bordi con le dite e punteggiate la base della crostata con una forchetta.
Preriscaldate il forno mentre preparate la copertura. Mescolate il formaggio con lo zucchero e aggiungete il succo d’arancia pian piano, finché il tutto non sarà ben amalgamato. Versate la copertura sulla crostata e livellatela bene.
Infornate a 150° per 40 minuti (forno ventilato).

Dopo la cottura lasciatela raffreddare per una mezzoretta. Servite con una copertura di cioccolato fondente fuso a bagnomaria.

Condividi

This Post Has 2 Comments

Leave A Reply






× 8 = 24