Crostata di mirtilli e cioccolato fondente

crostata-mirtilli-cioccolato-01

È arrivato luglio, il mio mese preferito. Luglio è il mese del mio compleanno, ma anche uno dei mesi più caldi dell’anno (anche se quest’anno non è partito bene, almeno qui al nord). E poi luglio è anche il mese dei saldi, che spesso coincidono con il mio compleanno, anche se non quest’anno. Con la scusa che bisogna volersi bene (e che ci sono i saldi) mi faccio ogni luglio un auto-regalo. L’anno scorso per esempio, mi sono presa la macchina fotografica nuova. Quest’anno sto pensando a un bel paio di scarpe…
Sabato scorso, invece, mi sono fatta un pre-regalo. Quello che si può definire “un pensierino”: una scatola di mirtilli da dieci vaschette. In poche parole, mirtilli in quantità “industriale”. Diciamo che il prezzo era molto conveniente, l’origine controllata, erano bellissimi e poi piacciono tanto anche al mio ragazzo. Dunque, che pensierino sia!

crostata-mirtilli-cioccolato-00
Ma veniamo alla ricetta: perché il cioccolato fondente? Perché secondo me ci sta benissimo con i mirtilli. Anche se amaro come quello che ho usato io (Lindt fondente all’85%). La base è la frolla al farro e olio di Montersino, che ormai uso per tutte le mie crostate. La crema al cioccolato, invece, è la famosa mousse all’acqua, che molte foodblogger hanno già provato. Io l’ho provata per la prima volta con questo cioccolato, che però è particolare perché contiene meno grassi. Ed è proprio su questi che si basa il calcolo dell’acqua da usare per la mousse, che è composta di soli due ingredienti: acqua e cioccolato. Se volete sapere tutto sulla ricetta, vi consiglio di andare sul blog di Bressanini, qui.
La crostata di mirtilli e cioccolato, vi assicuro, è buonissima: il cioccolato forse è un po’ troppo amaro, ma con i mirtilli e la frolla dolce, secondo me, è perfetto.

crostata-mirtilli-cioccolato-02

Crostata di mirtilli e cioccolato fondente

Crostata di mirtilli e cioccolato fondente

Attenzione! Questa ricetta contiene glutine, ma può essere adatta a intolleranti al frumento. Se siete celiaci, potete sostituire la farina di farro con la farina senza glutine e controllate che tutti gli ingredienti a rischio siano riportati nel prontuario dell’AIC o che abbiano il marchio con la spiga barrata.

Ingredienti

    Per la pasta frolla:
  • 250 gr di farina bianca di farro
  • 125 gr di zucchero di canna
  • 3 gr di lievito in polvere per dolci
  • 35 gr di olio evo
  • 35 gr di olio di mais
  • 63 gr di acqua
  • Per la mousse di cioccolato all'acqua:
  • 100 gr di cioccolato fondente (io ho usato il cioccolato della Lindt con 85% di cacao, ma se volete un gusto più dolce meglio utilizzare un 70%)
  • 125 gr di acqua
  • Per la decorazione:
  • Circa due scatolette e mezzo di mirtilli

Procedimento

  1. Preparate la frolla: mescolate tutti gli ingredienti secchi in una ciotola: la farina di farro, lo zucchero e il lievito.
  2. Successivamente aggiungete un po' alla volta gli ingredienti liquidi (l'olio di semi di mais, l'olio d'oliva e l'acqua) continuando a mescolare. L'impasto dovrà risultare compatto e omogeneo.
  3. Stendete la pasta con il mattarello e adagiate il cerchio ottenuto in una tortiera apribile imburrata e infarinata.
  4. Fate dei fori con i rebbi della forchetta e con le dita date forma ai bordi. Infornate in forno caldo a 200° per 20 minuti. Nota: se avete le palline di ceramica per cuocere le basi di crostata, adagiateli sulla pasta.Altrimenti potete fare senza, come ho fatto io (a metà cotturà ho bucato la pasta che cresceva, con uno stuzzicadente).
  5. Una volta cotta la base, lasciatela raffreddare e preparate le mousse.
  6. Qui apro una parentesi: prima di fare la mousse leggete questa pagina in cui viene illustrata per bene la preparazione. La quantità di acqua viene calcolata sui grassi presenti nel cioccolato. Io ho usato quella della Lindt, che non li riporta sulla confezione. Dunque sono partita dalla dose consigliata in un commento al post: 95gr. Così facendo però la mousse non è riuscita perchè si è solidificata quasi subito. Così ho ri-sciolto il cioccolato al quale avevo già aggiunto i 95gr e ne ho aggiunti altri 30. Ecco perché ne ho contati per voi 125.
  7. Tornando alla preparazione, sciogliete il cioccolato a bagno maria (oppure, se come me avete un fornello a induzione, mettete la potenza al minimo).
  8. Quando sarà completamente sciolto, toglietelo dal fornello e aggiungete l'acqua (io l'ho presa direttamente dal rubinetto) mescolando.
  9. Dopo aver aggiunto l'acqua e mescolato, ho riempito una ciotola più grande del pentolino con il ghiaccio e vi ho immerso il pentolino con cioccolato.
  10. Con una frusta ho iniziato a incorporare aria nel composto e, continuando a sbattere energicamente per qualche minuto, la mousse è venuta benissimo: liscia e morbida.
  11. Con la mousse ho ricoperto la base della crostata.
  12. Infine lavate i mirtilli e asciugateli bene. Ricoprite la crostata con i mirtilli.
  13. Io ho spolverizzato un po' con lo zucchero a velo perché la mousse era un po' amara, ma se usate un cioccolato più dolce, non è necessario lo zucchero a velo.

 

crostata-mirtilli-cioccolato-03crostata-mirtilli-cioccolato-04

Condividi

This Post Has 0 Comments

Leave A Reply






1 × 6 =