La fugazza vicentina senza frumento per Pasqua

fugazza vicentina senza frumento

Morbida e gustosa, la fugazza vicentina è il dolce di Pasqua che preferisco. Un po’ perché è tradizione prepararla durante le vacanze di Pasqua e un po’ perché è davvero buona. Ha un sapore delicato ideale per ogni momento della giornata: a colazione con il caffè, a merenda con il tè oppure dopo un pasto come dessert. L’interno è soffice e leggero mentre l’esterno è croccante e dolce, grazie alla granella di zucchero. Ed è proprio  gustando quest’ultima che riaffiorano i ricordi: quando ero piccola farcire la foccaccia era compito mio. Dopo che la mamma e la nonna avevano preparato l’impasto, prendevo una manciata di “zuccherini” (così li chiamavo) e li spargevo sulla superficie. Siccome ne volevo sempre mangiare un sacco, mia mamma me li dava contati su una salviettina e così li gustavo piano piano, uno alla volta per farli durare di più, seduta davanti al forno a guardare le focacce cuocersi e crescere.

La ricetta che vi scrivo di seguito è quella di mia nonna, opportunamente modificata per adattarla alle mie esigenze di intollerante al frumento. Questa fugazza vicentina senza frumento è perfetta per chi come me deve evitare il grano.

fugazza vicentina senza frumento

La fugazza vicentina senza frumento per Pasqua

Tempo di preparazione: 30 minutes

Tempo di cottura: 45 minutes

La fugazza vicentina senza frumento per Pasqua

Attenzione! Questa ricetta contiene glutine, ma può essere adatta a intolleranti al frumento. Se siete celiaci, sostituite la farina di farro con la farina senza glutine e controllate che tutti gli ingredienti a rischio siano riportati nel prontuario dell’AIC o che abbiano il marchio con la spiga barrata.

Ingredienti

  • 600 gr di farina di farro
  • 50 gr di farina di mais bianco fine (se non l'avete potete usare sempre la farina di farro)
  • 18 gr di lievito di pasta madre di farro
  • 3 uova
  • mezzo bicchiere di acqua tiepida
  • 1 bicchiere di latte
  • 175 gr di zucchero
  • 90 gr di burro
  • un pizzico di sale
  • la scorza di un'arancia
  • un goccio di grappa (io ho messo il whisky)
  • granella di zucchero qb

Procedimento

  1. Scaldare il burro fino a renderlo liquido.
  2. Unirlo allo zucchero, il sale, il latte, la scorza d'arancia grattuggiata e la grappa.
  3. Mescolare bene e poi unire le uova.
  4. In una ciotola a parte unire le farine con il lievito e poi aggiungerli all'impasto gradualmente, alternandoli con l'acqua.
  5. Mescolare bene l'impasto e se risulta troppo duro, aggiungere un po' di latte o acqua.
  6. Una volta amalgamato bene tutto, versare l'impasto in due stampi da 20 cm foderati di carta forno. Oppure potete utilizzare gli appositi stampi di carta in vendita al supermercato.
  7. Spolverare con una prima manciata di granella di zucchero.
  8. Lasciare lievitare per 6 ore nel forno tiepido spento.
  9. Trascorso il tempo necessario, togliere gli stampi dal forno: l'impasto dovrebbe essere raddoppiato.
  10. Scaldare il forno a 170° e decorare con un'altra manciata di granella di zucchero.
  11. Cuocere per 45 minuti o fino a doratura (fate sempre la prova dello stecchino: se esce asciutto, la fugazza è pronta).

Condividi

This Post Has 0 Comments

Leave A Reply






1 × = 5